Acciughe sott’olio

Ho finito di farle poco fa. Io le adoro, così mio zio mi ha spiegato come fare e mi ha procurato tutti gli ingredienti che mi servivano XD

Ingredienti (per due vasetti circa)
una ventina di acciughe sotto sale
olive tagiasche
capperi
olio e.v.o.
due vasetti

Lavate e pulite bene le acciughe, togliendo la lisca e la coda, quindi lasciatele scolare e poi mettetele ad asciugare tra due fogli di carta assorbente o in un canovaccio. Lavate e asciugate bene i vasetti e versateci un po’ d’olio. Iniziate a disporvi dentro le acciughe, aggiungendo qualche  cappero e qualche oliva. Coprite tutto d’olio. Si conservano in frigo.

Insalata di melone

Con il caldo è normale avere costantemente voglia di mangiare cose fresche e rinfrescanti, almeno per me. Questa insalata decisamente estiva è un’invenzione di alcuni anni fa della mia mamma; credo sia nata come ricetta del recupero, per consumare le fette di melone avanzate dalla sera precedente, ma non ricordo bene. Fatto stà che da un incontro causale di ingredienti è nato un piatto che a casa mia ormai viene riproposto molto spesso durante l’estate. Dal momento che questa insalata è molto fresca e gustosa la propongo anche a voi.

Nel’insalata della foto non sono visibili tutti gli ingredienti che ho indicato perchè alcuni li avevamo terminati! Vi dò comunque la ricetta completa 🙂

Ingredienti
una confezione di gamberetti
4 barrette di surimi
1 cetriolo * °
una decina di pomodorini * °
3-4 fette di melone *
salsa rosa

* bio
* dell’orto

Tagliare il cetriolo e il melone a cubetti. Tagliare i pomodorini a metà (o in 4 se sono grossi) e il surimi a rondelle. Scolare e lavare bene i gamberetti. Unire tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolare.

Nota. Le proporzioni degli ingredienti si possono variare in base ai gusti personali. Tipo: a me piace con molto melone e pochissima salsa rosa (anzi, meglio ancora senza  perchè non amo molto le salsette così! xD) ! 🙂

insalatagamberetti

Cotolette di melanzane bianche

Ricettina veloce e golosa per l’iniziativa 100% Vegetal Monday del blog La Cucina della Capra 🙂

L’orto quest’anno sembra una piccola giungla ci sta regalando davvero moltissimi frutti! Vedere le piante così rigogliose e produttive è davvero una bella soddisfazione *-*. Ieri abbiamo raccolto le melanzane e ci abbiamo fatto le cotolette :D. Ecco come:

Ingredienti
2 melanzane bianche (o quelle che avete!) * °
farina di ceci *
farina di farro *
sale
acqua (o, se preferite, latte di soia)
pan grattato
olio a scelta per friggere (tipo quello di semi di girasole spremuti a freddo o l’olio e.v.o.) *

* biologico
° dell’orto

Tagliare le melanzane a fette dello spessore di circa un centimetro ciascuna e adagiarle su un canovaccio pulito. Mettere l’olio a scaldare e preparare una pastella abbastanza densa con della farina di ceci, un pizzico di sale e acqua. Passare le melanzane nella farina di farro, poi nella pastella e, infine, nel pan grattato. Immergere le melanzane impanate nell’olio bollente per friggerle. Sono pronte quando risultano morbide all’interno. Se si desidera le si può salare leggermente a fine cottura.

 

Insalata tabbouleh

Il Tabbouleh o Tabulè ( تبولة‎) è una piatto tipico della cucina medio-orientale -libanese e siriana in particolare- a base di bulgur e prezzemolo. La variante libanese utilizza più prezzemolo che bulgur, mentre nelle varianti siriana e israeliana accade il contrario.

Con questa ricetta partecipo al 100% Vegetal Monday di oggi 🙂

Ingredienti (per una persona)

una tazzina da caffè di bulgur *
1 mazzetto abbondante di prezzemolo * °
1 pomodoro * °
1/2 cetriolo * °
3-4 foglie di menta fresca * °
una spruzzata di succo di limone *
olio e.v.o.
cumino (non a tutti piace, in caso fate a meno di metterlo)
sale e pepe

* biologico
° direttamente dal mio orto

Preparate il bulgur come indicato nella confezione (su quello che avevo io c’era scritto di tostarlo, versarci brodo bollente per il doppio del volume, far riposare 8 minuti e poi sgranare). Mentre il bulgur riposa, tritate finemente la menta e il prezzemolo, tagliate il pomodoro a dadini piccoli e fate lo stesso con il cetriolo (dopo averlo sbucciato).
Unite tutti gli ingredienti e condite con olio e.v.o., sale, pepe, cumino e succo di limone.

Questo è il risultato:

Frittata aromatica

Le dosi indicate vanno bene per 4 persone.

Ingredienti
8 uova (io, come sempre, ho usato quelle di casa) *
un pizzico di sale
prezzemolo, salvia, basilico, rosmarino, origano fresco, timo e mentuccia. Io ho usato quelli del mio orto *
15 g di pecorino grattugiato *
olio e.v.o. *

* prodotto biologico

In una ciotola sbattete bene le uova con il formaggio e il sale. Aggiungete le erbe aromatiche (non vi ho dato le dosi perchè dipendono dai gusti di ognuno) e mescolate. Mettete dell’olio e.v.o. in una padella antiaderente e accendete il fuoco. Quando sarà ben calda rovesciateci dentro il composto per la frittata. Potete coprire con un coperchio per aiutare la cottura. Con una paletta da cucina aiutatevi a staccare la frittata dal fondo e dai bordi della padella e a muoverla delicatamente. Dopo una decina di minuti dovreste riuscire a girarla (altrimenti aspettate fino a che non sarà possibile). Per girarla aiutatevi con il coperchio: tenetelo premuto sulla padella e capovolgete entrambi, poi fate scivolare la frittata capovolta di nuovo dentro la padella. Cuocete il secondo lato per 2-3 minuti.
Servita calda.

Nota. Potete usare un altro formaggio se preferite, o non metterlo proprio. Io la preferisco di gran lunga senza formaggio, ma dato che a casa mia tutti la vogliono con, ho dovuto metterlo.

Aggiornamento del 18.06.13: inserisco la foto perchè avevo dimenticato di metterla 🙂

frittata