Sciroppo al sambuco

Questo è il periodo di fioritura del sambuco, pianta originaria dell’Europa e del Caucaso ad oggi diffusa in tutte le zone a clima temperato. Qui dove abito io lo si trova praticamente ovunque, ma dovrebbe essere diffuso in tutte le regioni d’Italia.
I fiori del sambuco, come quelli dell’acacia, sono commestibili e molto versatili. Sono buonissimi in particolare nelle frittelle e nei dolci. Da provare!
Vanno raccolti quando sono ben aperti e non cadono se vengono scossi; naturalmente si deve andare a cercarli lontano dalle strade.

La settimana scorsa, complici le belle giornate, sono andata a fare una scampagnata lungo il Piave con il mio ragazzo ed un mio caro amico (grazie ad entrambi 🙂 ) per raccogliere i fiori del sambuco. Ho riempito un sacchetto solo, ma è stato un gran bel bottino: ho potuto fare sia le frittelle, sia un delizioso sciroppo.

Oggi vi darò la ricetta dello sciroppo. Con le dosi indicate qui si ottiene all’incirca 1 litro e 700 ml di succo.

Ingredienti:
15 fiori
1 l acqua
1 kg di zucchero (io purtroppo avevo solo quello bianco, ma è sempre meglio usare quello di canna integrale…se non lo avete fatto, leggete il mio articolo sullo zucchero)
3 limoni biologici
1 bicchiere di aceto di mele biologico (circa 200-250 ml)

In una pentola capiente fate bollire l’acqua per alcuni minuti e poi spegnete il fuoco. Lasciate intiepidire e aggiungete l’aceto di mele e lo zucchero mescolando finchè lo zuccherò si sarà sciolto completamente. Aspettate che sia raffreddato del tutto e aggiungete i fiori di sambuco puliti (basta sciacquarli) ed i limoni tagliati a pezzetti. Lasciate macerare per un giorno e mezzo, mescolando di tanto in tanto, e facendo attenzione che non fermenti (se inizia la fermentazione lo potete buttare). Trascorso il tempo di macerazione strizzate il tutto per bene e filtrate. Cuocete per qualche minuto il succo e imbottigliatelo ancora caldo in bottiglie che avrete precedentemente lavato e sterilizzato. Lasciate raffreddare a testa in giù per creare il sottovuoto.

Io ho ottenuto due bottiglie da 750 ml, più dell’altro che ho messo in una caraffa. Le conservo entrambe in frigo, sia quella ancora chiusa e sottovuoto, che l’altra, aperta (e quasi vuota XD).

Nota sull’aceto. Non abbiate timore perchè non si sente minimamente. Tutti lo hanno bevuto, e tutti sono d’accordo. Se non vi fidate potete comunque sostituirlo con dell’acido citrico.
Nota sullo sciroppo. E’ abbastanza dolce. C’è chi lo ama puro e chi no, per questo vi consiglio di assaggiarne un po’ e in caso di berlo diluito con l’acqua, come fanno molte persone.

Comunque, questo è il risultato (ho girato la bottiglia perchè non sono riuscita a levare l’etichetta originale u.u) :

P1140740

Advertisements

5 thoughts on “Sciroppo al sambuco

  1. Pingback: Il sambuco | Scienza Sacra

    • Ciao 🙂 Sì, conservalo in frigo. A me è durato due mesi abbondanti senza problemi, poi è finito XD però credo che si possa conservare per più tempo. Tra l’altro mi hanno detto che se fermenta non c’è problema: basta tenerlo in un contenitore non ermetico (o rischia di scoppiare) e alla fine delle fermentazione si otterrà una bevanda leggermente alcolica da imbottigliare, ma non ho provato. Spero di esserti stata utile 🙂

      • Io ne ho messo in una bottiglia a vite in frigo, e un barattolo con tappo sempre a vite che non ho ancora aperto in un mobile al buio. Dici che quello fuori frigo fermenta e scoppia.. 🙂 . Ho già un’esperienza di un liquore allo zenzero che mi è caduto sul mobile.. ne avevo dappertutto!! 😀

      • Da quel che ho capito, se non era iniziata la fermentazione prima che lo mettessi sotto vuoto, non dovrebbero esserci problemi (a me, ad esempio, quella conservata in credenza non ha dato problemi e l’ho aperta dopo circa 5 mesi) 🙂 Nel dubbio dagli un’occhiata ogni tanto e se vedi che inizia a fermentare apri la bottiglia per evitare brutte sorprese 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s